LE FORME O POOMSE

Le forme, anche definite Poomse o Poomsae sono simulazioni di combattimento contro avversari immaginari, simulazioni capaci di dare un concreto assaggio della tecnica più pura in possesso di un atleta di Taekwondo. Esse sono una serie di tecniche di attacco e difesa unite fra loro in una miscela ricca di tradizione, di arte e coordinazione.

Le forme, anche definite Poomse o Poomsae sono simulazioni di combattimento contro avversari immaginari, simulazioni capaci di dare un concreto assaggio della tecnica più pura in possesso di un atleta di Taekwondo. Esse sono una serie di tecniche di attacco e difesa unite fra loro in una miscela ricca di tradizione, di arte e coordinazione.

Grazie al continuo allenamento sulle poomse l’atleta migliora la tecnica, acquisisce equilibrio e ritmo interiore nonché concrete dosi di potenza ed energia da convogliare tutte in un solo ed unico punto, sul quale andrà ad abbattersi il nostro colpo, con tutto il suo carico di esplosività.
poomse.jpg
Questo tipo di equilibrio psico-fisico che ci consente di eseguire le poomse in maniera corretta lo si ottiene attraverso il continuo esercizio specifico sulle forme stesse. Esistono atleti che dedicano l’intera propria esistenza (sotto il prormità di giudizio mondiale filo atletico) a questa branca del Taekwondo, recentemente premiata con l’organizzazione di campionati internazionali di forme, anche se permane il problema di una unifosull’esecuzione corretta di queste tecniche, problema al quale la WTF stessa sta cercando di porre rimedio. Ritornando alle poomsae ed alla loro esecuzione c’è da precisare che è la concentrazione la caratteristica madre che deve possedere un atleta nel momento in cui va ad eseguire la forma. Rilassamento interiore, preparazione tecnica, costanza negli allenamenti, applicazione, forza, esplosività ed una buona dose di preparazione fisica sono le caratteristiche che devono poi dare un ausilio alla concentrazione stessa. Secondo una classificazione tecnico-sportiva si possono definire poomsae delle tecniche il cui scopo è quello di consentire all’atleta di distinguersi per quanto concerne la migliore esecuzione tecnica, al fine di raggiungere il massimo risultato sportivo, ma con un occhio attento al senso estetico.

Le forme vengono suddivise in due grandi gruppi:

1 - I Taegeuk: sono le poomse dei principianti e sono otto

Il termine Taegeuk simboleggia la vastità, un qualcosa di eternamente pacifico capace di ben rappresentare l’intera filosofia orientale, con tutto il suo carico di unità e spirito creativo strettamente legato al cosmo, al mondo, alla vita ed alla sua fine. Le poomse simboleggiano proprio questo tipo di filosofia. I movimenti non avvengono in modo casuale, così come non è affidato al caso il significato intrinseco si ognuna si esse. Le direzioni ed i movimenti da eseguire nelle forme sono infatti rappresentati dagli otto simboli del “Palgwe”, anche denominati trigrammi. Le forme, secondo gli studiosi del Taekwondo, nascono dall’oracolo cinese “I Ching”. Quest’ultimo contiene 64 esagrammi, combinazione di due gruppi di tre linee, chiuse o aperte (i trigrammi appunto). Queste linee rappresentano lo yin e lo yang, con il primo simboleggiato da quelle aperte ed il secondo da quelle chiuse. Il cielo rappresenta lo yang, la terra lo yin. L’unione dello yin e dello yang è denominato “Taich’i” che, tradotto in coreano, diventa Taegeuk.

I trigrammi, quindi, possono essere definiti come una combinazione di tre righe continue o spezzate. I trigrammi sono otto, come i taegeuk, ed ognuno di essi rappresenta uno dei seguenti elementi:

Aria, Lago, Fuoco, Tuono, Terra, Monte, Acqua, Vento

1 - TAE GEUK IL-JANG
2 - TAE GEUK IH-JANG
3 - TAE GEUK SAM-JANG
4 - TAE GEUK SA-JANG
5 - TAE GEUK OH-JANG
6 - TAE GEUK YUK-JANG
7 - TAE GEUK CHIL-JANG
8 - TAE GEUK PAL-JANG

2 - Le nove Poomse superiori per le cinture nere, caratterizzate ciascuna da un nome proprio

KORIO (KOREA)
La forma Korio percorre un diagramma a forma di croce con la base, il suo nome deriva dall'antica dinastia coreana che regnò tra il 918 e il 1392 d.C., dalla quale deriva il nome odierno di questo paese. Durante il regno Korio, furono create le omonime ceramiche d'inestimabile valore, e furono combattuti i Mongoli che, in quel periodo, cercarono d'invadere gran parte del mondo conosciuto. Attraverso questa forma s'intende rappresentare la convinzione con la quale i Korio si batterono contro i Mongoli, motivo di orgoglio per l'intera comunità coreana. 

KEUMGANG (DIAMANTE)
La forma Keumgang percorre un diagramma a forma di tridente (in cinese abbiamo un ideogramma della stessa forma che significa montagna). Il significato originario del Keumgang era: "troppo forte per essere spezzato". La più bella montagna della catena montuosa coreana del Taebaek è stata chiamata Keumgang Sam, mentre il diamante, la materia più dura che si conosca, viene chiamato Keumgang Seok. Questa forma vuole rappresentare la forza del diamante e la grandezza e bellezza della montagna omonima. 

TAEBAEK (LUCE)
La forma Taebaek percorre il diagramma a forma del secondo ideogramma coreano della parola Tae posta orizzontalmente. La mitologia racconta che la Corea fu fondata nella catena montuosa del Taebaek, oggi Baekdoo considerata sacra dai Coreani. Significato filosofico: un’illuminazione interiore da trasmettere esteriormente.


PYONGWON (PIANURA)
La forma Pyongwon percorre un diagramma a forma di linea retta. Essa rappresenta la pianura, mezzo di sostentamento per tutti gli esseri che camminano su questa terra. Il Poom See Pyongwon, nel Tae Kwon Do, rappresenta la vastità illuminata della pianura. 

SIP JIN (DIECI)
La forma Sip Jin percorre un diagramma a forma di croce, un simbolo che in cinese significa 10. Nello Sip Jin il 10 simboleggia la crescita infinita effettuata da regole sistematiche e ordinate. 

JITAE (TERRA)
La forma Jitae percorre un diagramma a forma di T che significa terra. Questa forma vuole rappresentare il sistema naturale della vita, la prima parte della vita, la sua ultima parte, ed in particolare la parte centrale che è prospera e forte come si vuole rappresentare in questa forma.

CHEONKWON (CIELO)
La forma Cheonkwon percorre il diagramma a forma di una T sottosopra, che significa cielo. Questa forma vuole rappresentare, uno spazio immenso e misterioso intoccabile, all’interno del quale si possono immaginare fantasie mistiche.

HANSOO (ACQUA)
La forma Hansoo percorre un diagramma a forma di linea verticale con sovrapposta una x. Questa forma vuole rappresentare l’acqua che è presente necessaria in tutte le forme di vita, e la sua grande adattabilità alle forme che la contengono, alle diverse temperature e alla forza che può derivare da essa.

ILYO (IDENTITA')
La forma Ilyo percorre il diagramma a forma di svastica. Visto dal lato mistico Ilyo l’equilibrio fra corpo e mente.
© 2010 TKD Veneto. All Rights Reserved. Web Design By Lion Creative